L'Onu condanna la Francia per il divieto del Niqab

Secondo cosiddetti esperti dell'Onu la legge francese che vieta il velo integrale impedisce il diritto di manifestare liberamente la propria religione, quella dei fondamentalisti.

Donne con il niqab

Donne con il niqab

Giuliana Sgrena 24 ottobre 2018

La decisione di un gruppo di esperti delle Nazioni unite (18 esperti indipendenti?) ha deciso che la Francia ha violato i diritti umani di due donne per aver fatto loro un verbale perché indossavano il niqab (velo integrale con una fessura all’altezza degli occhi). Secondo gli esperti, la legge francese che vieta l’uso del velo integrale in pubblico interferisce in modo sproporzionato con il diritto di manifestare liberamente la propria religione, si legge nel comunicato diffuso a Ginevra. Prima di qualsiasi considerazione sulla libertà delle donne viene da chiedersi di quali esperti si tratta visto che il Corano non prevede l’uso del velo per le donne. Figuriamoci il niqab imposto solo dai fondamentalisti sauditi, dai taleban afghani e dallo Stato islamico. Invece di difendere le donne iraniane che lottano per liberarsi dal velo si legittima l’isolamento delle donne (attraverso il velo integrale) anche in occidente.