Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Globalist:
stop



Articoli

Iraq, 16 anni, vittima di un "delitto del disonore"

E' stata uccisa dai genitori. Aveva 16 anni ed era 'colpevole' di essere stata stuprata dal fratello, e di aver messo al mondo il frutto di questo abuso.

Giuliana Sgrena
giovedì 9 agosto 2012 10:21

E' stata uccisa dai genitori. Aveva 16 anni ed era 'colpevole' di essere stata stuprata dal fratello, e di aver messo al mondo il frutto di questo abuso. E' successo a Sulaimaniya (Kurdistan iracheno), dove diverse organizzazioni femminili sono scese in strada per denunciare con forza l'ennesima vittima delle 'questioni d'onore'. Le proteste hanno coinvolto anche le forze dell'ordine, accusate di complicità nell'uccisione della giovane. Una volta partorito, la ragazza sarebbe stata consegnata dalla polizia ai genitori, che l'hanno uccisa.