Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Globalist:
stop



Oriente

Afghanistan, il partito della Solidarietà sospeso dal governo Karzai

Solidarietà è stato sospeso per aver indetto il 28 aprile (anniversario della presa del potere dei fondamentalisti) una giornata di lutto considerando questa data il giorno più nero per il paese. "Questo è considerato un insulto al grande Jihad del popolo afghano" è scritto nell'atto di sospensione.

Giuliana Sgrena
domenica 3 giugno 2012 14:16

Il partito Solidarietà ha sempre condannato tutte le violenze commesse negli ultimi trent'anni indipendentemente dai loro autori.
Solidarietà chiede di inviare lettere di protesta contro la loro sospensione a: Office of the president of Afghanistan
president.pressoffice@gmail.com Justice Ministry of Afghanistan spksperson@gmail.com Afghan Parliament asmatullah.latifi@gmail.com kamelahmadahmadi@gmail.com parliament.press@gmail.com Questa era la notizia della loro manifestazione tenuta il 30 aprile:
"La nostra manifestazione di protesta del 30 aprile a Kabul, ha ottenuto un grande successo e ha messo in allarme i signori della guerra: stanno infatti facendo pressioni affinché venga annullato il nostro status giuridico. Abbiamo ricevuto un sostegno enorme da parte dei nostri concittadini all'interno del paese e all'estero, ma purtroppo nei giorni scorsi abbiamo anche ricevuto minacce da parte dei signori della guerra. Questi criminali, che siedono in parlamento e senato, hanno condannato la nostra manifestazione e hanno chiesto che il nostro partito venga messo fuori legge e sotto processo per aver insultato il "Jehad"!
Siamo stati ufficialmente chiamati in Senato per rispondere alle accuse e un canale televisivo statale ieri sera ha annunciato che il nostro status giuridico è stato annullato, anche se non abbiamo ancora ricevuto alcuna notifica ufficiale. ABBIAMO BISOGNO DEL VOSTRO AIUTO! Chiediamo a tutte le istituzioni democratiche, alle associazioni, ai sostenitori del nostro partito di inviare lettere di protesta a entrambe le camere del parlamento afghano, al presidente, al ministero della giustizia.
In solidarietà, Rasikh

Commenti
  • Laura 11/05/2012 alle 17:55:14 rispondi
    indirizzi mail, per chi volesse scrivere una lettera
    Hamid Karzai: president.pressoffice@gmail.com

    Ministero della giustizia: spksperson@gmail.com

    Senato: asmatullah.latifi@gmail.com
    kamelahmadahmadi@gmail.com

    Camera: parliament.press@gmail.com